Francesco Cera
Biografia

Francesco Cera, bolognese, dopo gli studi di organo e di clavicembalo conclusi sotto la guida di Luigi Ferdinando Tagliavini e di Gustav Leonhardt, si è affermato tra i migliori interpreti italiani della musica antica, apprezzato per una consapevolezza stilistica che abbraccia diverse espressioni musicali, dagli strumenti storici a tastiera alla musica vocale e strumentale del periodo barocco. Dopo aver fatto parte dal 1991 al 1994 dell’ensemble Giardino Armonico, dal 1997 dirige l’Ensemble Arte Musica, col quale si dedica all’esecuzione del repertorio vocale italiano, dai madrigali di Gesualdo alle cantate del Settecento. Francesco Cera ha al suo attivo una vasta produzione discografica, accolta con numerosi riconoscimenti dalla critica internazionale. Dopo aver registrato le opere complete di importanti compositori del Seicento italiano, ha proseguito con le Sonate per clavicembalo di Domenico Scarlatti, le Suites Francesi e i Concerti per clavicembalo di Johann Sebastian Bach. Di recente uscita (etichetta Brilliant Classics): “Scarlatti and the Neapolitan Song”, i corali per organo dell’Orgelbüchlein di Bach, l’integrale per clavicembalo di Jean-Henri D’Anglebert e opere per clavicembalo e per organo di Giovanni Maria Trabaci.
Tiene concerti come solista al clavicembalo e all’organo partecipando a rassegne internazionali quali Musica e poesia a San Maurizio a Milano, Villa Medici e Accademia Filarmonica a Roma, Bologna Festival, Sagra Musicale Malatestiana, Amici della musica di Perugia, Festival delle Fiandre, Festival Resonanzen al Konzerthaus di Vienna, Barocktage Melk, Les Sommet Musicaux a Gstaad.

Ha diretto l’ensemble Arte Musica nel Vespro della Beata Vergine e nei madrigali del sesto e dell’ottavo libro di Monteverdi, i madrigali del Concerto delle Dame della corte di Ferrara, il quinto libro di madrigali e i Responsori delle Tenebre di Gesualdo da Venosa, cantate e oratori di Carissimi, Scarlatti, Porpora, Pergolesi, Haendel. Collabora regolarmente con “I Barocchisti” diretti da Diego Fasolis alle produzioni musicali della Radio Svizzera di Lugano. Dal 2006 tiene regolarmente masterclass negli Stati Uniti (Oberlin Conservatory, Yale University, Arizona State University) ed è docente presso l’Accademia Internazionale di Smarano (Trento).

È attivo come Ispettore onorario per la tutela degli organi storici per Roma, il Lazio e la Basilicata.