ClariFagotEnsemble

è una formazione musicale atipica ideata da Vincenzo Perrone che ha tratto ispirazione dall'attività didattica del compositore pugliese M° Raffaele Gervasio, primo Direttore del Conservatorio di Matera il quale componeva ed elaborava brani per i suoi allievi, tenendo conto delle loro capacità tecnico-espressive.

Formato dagli allievi del Conservatorio di Musica "E. R. Duni" di Matera delle classi di clarinetto del prof. V. Perrone e di fagotto del prof. Giuseppe Marcosano, ClariFagotEnsemble rappresenta una esperienza in continuità con le precedenti attività didattiche e artistiche realizzate con il Laboratorio/Ensemble Archita, Gruppo Strumentale del Conservatorio, Ensemble Teatrale, il Quartetto Gervasio, il Trio Chalumeau, il LaerTrio.

L'Ensemble ha avuto modo di esibirsi nell'ambito degli eventi organizzati da Telethon, AIDO, la Prefettura di Matera, al Teatro Piccinni per le giornate F.A.I. 2016, eseguendo anche alcune elaborazioni del compositore Vincenzo Simmarano e collaborando con il LaterChorus ed pianista/cantante jazz Mario Rosini.

Il compositore Damiano D'Ambrosio (allievo del M° R.Gervasio, già docente di Composizione al “Rossini” di Pesaro” e al “Cheubini” di Firenze) ha scritto per questa formazione la composizione "Grafie di luce" eseguita in prima assoluta il 30 aprile 2015 in occasione del 50° di Istituzione. Per l'occasione al termine dell'esecuzione commenta: Sono strabiliato dalla bravura di questi ragazzi, Sono veramente meravigliato, questa è una esecuzione stupenda e tenendo conto anche delle difficoltà della partitura l'hanno realizzata veramente in una maniera stupenda”.

La formazione è costituita esclusivamente da clarinetti e fagotti (da 10 a 16 esecutori) e, a seconda delle partiture da : cl. piccolo in mib, cl. in sib, cl.contralto in mib, cl.basso, fagotti e controfagotto. Molte delle elaborazioni e trascrizioni sono realizzate da Vincenzo Perrone e dagli stessi allievi dell'ensemble che hanno così una ulteriore possibilità di ampliare le proprie conoscenze oltre le prassi esecutive.

Il repertorio spazia dalla musica del XVI secolo fino ai contemporanei, senza esclusione di genere musicale ( da Di Lasso a Bach, da Mozart a Brahms, da Rossini a Ponchielli, da Bartok a Rota, da Piazzolla a Morricone, da Joplin a Gershwin a Jobim, da Desmond a Fuik etc.). Durata orientativa del concerto: 70 minuti.

____________________________________________________________________

visita la Photogallery  http://www.conservatoriomatera.it/photogallery.php?cat=53

____________________________________________________________________

docente referente Prof. Vincenzo Perrone vinkoperrone@libero.it