Riconoscimento Crediti (Corsi Accademici di I livello e II livello sperimentale)

La richiesta di riconoscimento crediti va presentata alla Segreteria didattica utilizzando l’apposito modulo, corredato in fotocopia di tutta la documentazione ritenuta utile per l’accoglimento delle richieste oppure in autocertificazione. La richiesta può essere presentata anche prima delle iscrizioni.

Possono eventualmente essere riconosciuti dei crediti del Corso Accademico di II livello qualora l’interessato abbia un titolo di pari grado o superiore. Non è possibile riconoscere crediti a chi è in possesso di solo Diploma Accademico di I livello o di Diploma tradizionale, titoli previsti per l’accesso al Diploma di II livello.

  1. Riconoscimento di crediti maturati precedentemente in Istituzione di pari grado

    1. Il primo criterio prende in esame la congruenza disciplinare
      (in particolare il programma effettivamente svolto) tra l’insegnamento sostenuto precedentemente e quello del quale si chiede il riconoscimento;
      Qualora il riconoscimento abbia ad oggetto attività formative non corrispondenti ad insegnamenti e per le quali non sussiste neppure l’esplicito riferimento comune dell’area disciplinare, la Commissione del Consiglio di Corso procede al Riconoscimento valutando il caso concreto sulla base delle affinità didattiche e artistiche e facendo prioritario riferimento alla quota dei crediti attribuiti dall’Ordinamento Didattico di arrivo alle tipologie di attività “a scelta dello studente”.
    2. Il secondo criterio prende in esame la durata e l’ampiezza dei corsi sostenuti e da sostenere.
      • In assenza di CFA vale il numero delle ore. In prima applicazione un esame corrispondente al vecchio ordinamento, di durata annuale, non dà diritto al riconoscimento crediti.
      • Se si tratta di convalidare più esami già sostenuti tra gli insegnamenti a scelta si può ottenere la media dei crediti (ad esempio 3 esami da 4 CFA possono equivalere a 2 esami da 6 CFA).
      • Di norma il Consiglio di Corso può valutare di convalidare anche singoli moduli (cioè parti di un esame). In questo caso, lo studente dovrà sostenere il modulo restante: il voto finale sarà la media tra il voto conseguito e quello relativo all’esame convalidato.
  2. Crediti riconoscibili per attività formative pregresse in ambito artistico

    Le attività formative artistiche a forte valenza specialistica dovranno essere debitamente certificate e attinenti al curriculum di studi accademici prescelto, esclusivamente a valere su:

    • insegnamenti a libera scelta;
    • attività di tirocinio.

    Ove in presenza di artisti di chiara fama possono essere adottati sistemi di riconoscimento adeguati. Tali attività formative artistiche vanno comunque valutate tenendo presente:

    1. La durata dell’attività formativa o pratica artistica effettuata, purché ritenuta coerente con gli obiettivi generali e specifici del Corso di Diploma.
    2. Attività formative di livello accademico alla cui progettazione e realizzazione il Conservatorio di Matera abbia concorso.
    3. che devono essersi concluse con una verifica del profitto (vd. DL 509, art. 5, punto 4); in caso contrario lo studente dovrà sottoporsi a una prova di verifica presso il Conservatorio di Matera, secondo quanto sarà deciso dal Consiglio di Corso;
    4. Le attività che non si siano concluse con una verifica del profitto e per le quali sia impossibile procedere a una verifica presso il Conservatorio di Matera, saranno prese in considerazione caso per caso.
  3. Insegnamenti non previsti nei curricula tra gli insegnamenti a scelta dello studente

    Si possono inserire fino al massimo dei crediti previsti per le discipline a scelta, nel caso di insegnamenti a scelta previsti in altri Conservatori di Musica e non attivati presso il Conservatorio di Musica di Matera.

  4. Determinazione dell’anno di iscrizione

    L’anno di iscrizione viene determinato sulla base del numero dei crediti acquisiti, secondo il criterio seguente: almeno il 50% più uno dei crediti previsti negli anni precedenti a quello cui si chiede l’iscrizione.

  5. Per il riconoscimento dei titoli conseguiti all’estero, dei crediti o eventuale esonero della frequenze si forma una apposita commissione istituita dal Consiglio Accademico.