Esami delle Discipline

Gli esami di profitto e ogni altro tipo di verifica soggetta a registrazione possono essere sostenuti solo successivamente alla conclusione della frequenza delle discipline dallo studente che abbia ottenuto le eventuali attestazioni di frequenza e rispettato le propedeuticità richieste dai singoli ordinamenti.
In particolari casi, l’esame o altra forma di verifica del profitto di discipline esecutive possono svolgersi per gruppi facendo salva comunque la riconoscibilità e valutabilità dell’apporto individuale.
Nel caso di attività didattica articolata in forme diverse o in più moduli, si potrà prevedere un’unica verifica che comprenda l’accertamento del profitto raggiunto per ciascuna delle suddette attività.
Le verifiche di norma danno luogo a votazione (per gli esami di profitto), e  possono anche consistere in un giudizio di idoneità. Il voto è sempre espresso in trentesimi e l’esame s’intende superato con una votazione minima di diciotto trentesimi. Quando il candidato abbia ottenuto il massimo dei voti può essere attribuita all’unanimità la lode.

Gli esami delle singole discipline si svolgono in tre sessioni, ciascuna a sua volta di uno o più appelli, una volta terminate le lezioni:

- tra il 15 giugno e il 15 luglio (sessione estiva),

- tra il 15 ottobre e il 15 novembre (sessione autunnale),

- tra il 15 febbraio e il 15 marzo (sessione straordinaria).

Gli esami di diploma di I e II livello si tengono nell’ultima settimana dei periodi precedentemente indicati.