Piani di studio approvati dal Consiglio Nazionale AFAM e/o MIUR

L'iter formativo dello studente prevede la realizzazione di un Piano di studio completato dalla scelta di tre discipline da parte dello studente.

Il Piano di studio prevede, oltre alla materia specifica, alcune materie obbligatorie affiancate da altre integrative e a scelta che permettano di acquisire annualmente almeno 60 crediti. Al credito formativo corrispondono 25 ore di lavoro per studente che comprendono sia la frequenza sia lo studio personale. Lo studente provvederà secondo i propri interessi musicali a distribuire le materie integrative nel corso del triennio. Lo studente presenterà il Piano di studio entro il termine stabilito. Il Conservatorio si riserva di attivare alcune discipline a scelta solo con un numero sufficiente di richieste.

L'organo istituzionale preposto approva il Piano di studio di ogni singolo allievo stabilendo il numero delle ore di lezione e di studio necessarie al conseguimento dei crediti, orienta i programmi didattici di ogni singola scuola disciplinando l'eventuale prova di ammissione ed i singoli programmi d'esame.

È obbligatoria la frequenza. Il non raggiungimento di almeno l’ 80% delle ore di lezione stabilite non permette l'attribuzione dei crediti che, in ogni caso, vengono concessi solo al superamento di ogni singolo esame. Per gli studenti lavoratori [1], portatori di handicap e accompagnatori di disabili, l’obbligo di frequenza è ridotto, se richiesto, al 60% delle presenze complessive.


[1] Per usufruire del beneficio di che trattasi, lo studente deve autocertificare un reddito lordo annuo superiore ad € 5.000,00 (delibera C.A. del 06/10/2006).


REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI ED ESONERI DEGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI ACCADEMICI DI I e II LIVELLO PER L’ANNO ACCADEMICO 2012/2013.