Anna Paradiso

Dipartimento Strumenti a tastiera e percussione

Image0

31 January 2022

Foto di Pelle Piano

Biografia

Nata a Bari nel 1976, Anna Paradiso (anche nota con il cognome italo-svedese Paradiso Laurin) ha un lungo trascorso di carriera e di vita in Svezia e in Scandinavia. Nel 2021 è stata inserita nella “top-list” della più importante rivista di musica classica svedese, OPUS Magasin,come una delle 20 personalità più significative del 2020 nel panorama musicale svedese, con la seguente spiegazione: “tra i 20 artisti, compositori e addetti ai lavori che hanno cantato, suonato, composto, entusiasmato e, non di meno, mantenuto la speranza durante quest’anno stressante di pandemia“. Nel 2020, è stata inoltre co-vincitrice del Grammy svedese per il miglior CD di musica classica dell’anno, mentre nel 2019 ha vinto il prestigioso premio “Bernadotte-program” dell’Accademia Reale di Musica di Svezia, ricevuto per mano del re Gustavo di Svezia.

La carriera di clavicembalista l’ha ben presto portata a esibirsi in festival prestigiosi in Europa, in tour in Giappone, Hong-Kong, Taiwan, negli USA e in Libano. Anna Paradiso ha lavorato con tutte le più rilevanti orchestre barocche svedesi, come solista, continuista e consulente per la prassi barocca, in numerosi festival. Le sue interpretazioni, sia in concerto che in sala d’incisione, sono state lodate dalla critica per la sua spiccata individualità, improvvisazione e preparazione tecnica (vedi www.annaparadiso.se). Anna Paradiso si dedica inoltre anche alle interconnessioni sussistenti tra prassi esecutiva barocca, la ricerca filologica delle fonti e l’influenza della retorica classica. Ha infatti tenuto work-shop su questi argomenti in numerosissimi corsi internazionali in Europa, Asia e America e in molti conservatori italiani ed europei. Ha inoltre fondato o co-fondato diverse ensemble (quali la svedese Paradiso Musicale e la estone The Bright Future Ensemble), con le quali si è esibita in festival internazionali. Ha un duo stabile con suo marito, il virtuoso del flauto dolce Dan Laurin, con il quale si è esibita in tutto il mondo, e con il quale incide e tiene master-class di musica da camera e prassi esecutiva.

Dopo un diploma in pianoforte ed uno in clavicembalo presso il conservatorio N. Piccinni di Bari, fondamentali per la formazione della Paradiso sono stati l’incontro, tra l’Italia e Vienna, con il didatta del clavicembalo Gordon Murray, lo studio individuale delle fonti originali, l’approfondimento della musica barocca francese con il clavicembalista Christophe Rousset a Parigi e di quella seicentesca italiana con Enrico Baiano a Napoli. Oltre al clavicembalo e all’organo barocco, Paradiso si dedica molto intensamente al clavicordo e al fortepiano, con incisioni che hanno ricevuto il plauso della critica internazionale. Ha inoltre conseguito un Advanced Master in clavicembalo presso il Royal College of Music di Stoccolma. Oltre a ciò, Anna Paradiso ha alle spalle una carriera universitaria internazionale da filologa classica. Con una laurea cum laude in lettere classiche, un dottorato di ricerca in filologia greca e latina tra l’Italia, la Germania e l’Inghilterra e un post-dottorato in Svezia, Anna ha insegnato le lingue e la cultura classica in varie prestigiose università, tra cui la Oxford University ed il Royal College of Technology di Stoccolma.

Anna Paradiso ha tenuto numerosissime master-class in corsi in Asia, Europa e USA, nonché in vari conservatori europei quali il Trinity College di Londra, la Grieg Academy di Bergen, i conservatori di Salerno, Bolzano ed Avellino, nonché il conservatorio di Beirut, la Chinese University di Hong Kong, ecc. Ha inoltre coperto la cattedra di clavicembalo presso il conservatorio “Bonporti di Trento” nel 2020 e presso il Royal College of Music di Stoccolma nel 2021.

Sin dal 2010, è un’artista della casa discografica internazionale BIS Records. La più recente uscita da solista, nel 2020, è stata nominata Editor’s Choice per molte riviste, quali ad esempio Gramophone (Inghilterra), Stretto (Belgio), Musicweb-International, Limelight (Australia)ed altre. Il CD contiene le sonate di Pietro Domenico Paradisi, presentate da Anna al clavicembalo, fortepiano e clavicordo (strumenti, questi, facenti parte della sua collezione di originali).

Le 13 sonate al clavicembalo e al clavicordo del più grande compositore barocco svedese, Johan Helmich Roman, hanno ottenuto, tra l’altro, il Critic Choice dell’anno 2016dell’ “American Record Guide”. Sempre per la BIS, Anna ha inciso da solista / continuista in totale 5 CD con musica di Roman. L’ultimo, con l’orchestra Höör Barock e Dan Laurin come direttore, ha ottenuto nel 2020 il prestigioso Grammy svedese nella categoria “musica classica”. Paradiso ha inoltre inciso per la BIS una serie di CD di musica da camera barocca, incluso il concerto per clavicembalo di Bach BWV 1057, musica del ‘900 al piano e al cembalo e un concerto contemporaneo per clavicembalo con l’orchestra sinfonica di Gävle.

Per la casa discografica arcantus (Germania), nel 2020 è uscita la prima registrazione delle sonate per flauto del compositore barocco danese Martinus Raehs con Clara Guldberg Ravn, in cui Anna Paradiso esegue il continuo al cembalo e al fortepiano. Il volume n. 2 uscirà nel 2022, e vede Anna impegnata nel continuo anche sul suo clavicordo originale. La prima incisione di Raehs ha ottenuto entusiastiche critiche internazionali. Nel 2022 sono in uscita tre nuovi CD per la BIS, tra cui arie napoletane e concerti napoletani per cembalo e archi, con Anna solista, continuista e direttore artistico; arie vivaldiane, händeliane e di E. R. Duni con l’orchestra sinfonica di Gothenburg ed Anna al continuo (e co-direzione artistica); le sonate per flauto dolce di Telemann con Dan Laurin.

Tra i progetti in corso, Anna Paradiso al momento è particolarmente impegnata con un repertorio sconosciuto per fortepiano, clavicordo e clavicembalo di compositrici svedesi del ‘700 e primo ‘800 che la vedrà protagonista durante il 2022-2025 di una serie di concerti e work-shop. Durante il 2020 e il 2021, attraverso il Bernadotte-programme, istituitodalle accademie reali di Svezia (inclusa quella del Nobel) per supportare “giovani eccellenze”, Anna è stata affiliata come ricercatore post-dottorato presso l’Università di Uppsala, al fine di svolgere ricerca teorica e pratica nell’ambito dei “partimenti napoletani” e dell’improvvisazione degli stessi in connessione con la retorica del filosofo napoletano Giambattista Vico. Anna ha pubblicato un articolo sull’argomento per la rivista specializzata di musica antica “Tidig Musik”, tradotto e pubblicato anche dalla rivista specializzata danese “Kustos”.

Anna Paradiso è stata invitata a prendere parte a progetti musicali anche nei panni di coach nella prassi esecutiva barocca, ad esempio presso istituzioni quali il Trinity College di Londra, l’Hong Kong Sinfonietta a Hong Kong, l’orchestra Moment Musicaux di Taipei (Taiwan), l’orchestra sinfonica di Norrköping, quella di Gothenburg, il teatro del castello reale di Drottningholm (il più importante teatro per l’opera barocca in Svezia oggi), nonché l’Accademia dell’opera di Vadstena (una delle più importanti istituzioni svedesi per lo studio e la produzione di opere e concerti).

Tra i tanti progetti in cui Anna è stata coinvolta, va menzionata anche la serie di concerti beethoveniani con il fortepiano originale Broadwood 1802 (di proprietà di Anna) durante il 2021, con la violinista Maria Lindal e la mezzo-soprano barocca Kristina Hammarström.

Anna Paradiso ha commissionato una serie di opere per il clavicembalo, da sola o nella musica da camera e sinfonica, ad alcuni dei più importanti compositori svedesi, quali Daniel Börtz, Fredrick Österling, Ingvar Karkoff, Britta Biström, e molti altri, nonché all’estone Helena Tulve, proveniente dal circolo di Arvo Pärt, e al barese Vito Palumbo. Tra i numerosi gruppi contemporanei con cui Anna collabora, vanno poi menzionati i progetti cross-over con il trio jazz Trio X of Sweden e con The Bright Future Ensemble, co-fondato da Anna, Dan Laurin, Taavi Kerikmae al sintetizzatore analogico e al theremin e Anna-Liisa Eller esperta al salterio estone, il kannel. Nell’aprile del 2022 il gruppo si esibirà presso l’Arvo Pärt Centre in Estonia, alla presenza del Maestro Pärt, con due prime assolute. Nell’autunno 2022, Anna sarà in tour, come musicista e come conferenziere, con 7 tappe tra Svezia, Italia e Grecia, con uno spettacolo sull’influenza della cultura classica sulla cultura svedese, con un’ensemble internazionale e con musiche e testi di Carin Bartosch Edström.

Contatti

Email
Sito Web

  Corsi

COMA/15 Clavicembalo e tastiere storiche

torna all'inizio del contenuto