Art. 1, c.8 Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalita’ nella pubblica amministrazione

27 Maggio 2018

In vigore dal 28 Novembre 2012

8. L’organo di indirizzo definisce gli obiettivi strategici in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza, che costituiscono contenuto necessario dei documenti di programmazione strategico-gestionale e del Piano triennale per la prevenzione della corruzione. L’organo di indirizzo adotta il Piano triennale per la prevenzione della corruzione su proposta del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza entro il 31 gennaio di ogni anno e ne cura la trasmissione all’Autorità nazionale anticorruzione. Negli enti locali il piano è approvato dalla giunta. L’attività di elaborazione del piano non può essere affidata a soggetti estranei all’amministrazione. Il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, entro lo stesso termine, definisce procedure appropriate per selezionare e formare, ai sensi del comma 10, i dipendenti destinati ad operare in settori particolarmente esposti alla corruzione. Le attività a rischio di corruzione devono essere svolte, ove possibile, dal personale di cui al comma 11.
(comma così sostituito dall’art. 41 del d.lgs. n. 97 del 2016)

Ultimi articoli

News 23 Giugno 2022

A Matera la musica si fa con la mente

“Saranno presentati nell’ Auditorium Gervasio -giovedì 23 giugno, ore 18,00 – durante la Matera Digital Week i risultati delle ricerche del Laboratorio di Musica Elettronica del Conservatorio Duni/MaterElettrica e del SisInfLab del Politecnico di Bari nel campo dell’Intelligenza Artificiale e dell’informatica musicale.

News 7 Giugno 2022

AMMISSIONI a.a 2022/2023 SCUOLA DI MUSICA ELETTRONICA

QUI INFORMAZIONI SULLE AMMISSIONI a.a.

torna all'inizio del contenuto